Content Marketing - Cosa è? Quali sono i benefici per il tuo sito
Marketing e Servizi aziendali

Content Marketing – Cosa è? Quali sono i benefici per il tuo sito

Se hai un’azienda, il content marketing ti occorre di certo. Del resto secondo una recente ricerca, più del 90% degli esperti del settore valuta il content marketing come uno strumento indispensabile per aumentare il traffico e quindi i possibili contatti di un’impresa di qualunque tipo.

Se però non hai idea di cosa sia questo termine, leggi attentamente questa guida nella quale ti spieghiamo perché utilizzandolo il tuo sito ne otterrà grandi benefici.

Indice dei contenuti

  1. Content marketing: cos’è e a cosa serve
  2. Cosa non è il content marketing
  3. Benefici concreti del content marketing
  4. Regole base per un buon content marketing

Content marketing: cos’è e a cosa serve

Questa è la prima risposta che ti serve.

Il content marketing altro non è se non un tipo di approccio mirato in ambito comunicativo.

Se la definizione non è chiara potresti innanzitutto approfondire l’argomento su contentmarketingsuite.com, e imparare così i primi importanti concetti.

Tuttavia stiamo parlando semplicemente di creare dei contenuti (appunto content) che siano ottimizzati per il marketing, quindi accattivanti e in linea con il brand.

Questa attività quindi serve fondamentalmente per aumentare la lista dei potenziali clienti.

Cosa non è il content marketing

Prima di analizzare quali sono i benefici reali di questo concetto per il tuo sito, è bene chiarire però cosa non è il content marketing, affinché tu abbia le idee chiare su ciò che ti occorre.

Quando abbiamo parlato di contenuti non intendevamo associare il concetto ai classici post che si possono trovare su un sito e che vengono diffusi poi sui social media per attirare pubblico.

Il content marketing non è un articolo.

È bene chiarire subito la distinzione perché in realtà il contenuto è tutto ciò che pubblichi.

Sapevi che secondo questa specializzazione del web marketing anche la risposta ad un commento sul tuo sito viene considerata ‘content’?.

Certo, perché è il messaggio che conta, e il tuo messaggio viene veicolato attraverso qualunque prodotto che sia visibile, quindi in linea generale:

  • articoli, certo;
  • risposte ai commenti;
  • fotografie pubblicate (perché dietro un’immagine c’è un’emozione e quindi un messaggio);
  • una storia su Instagram;
  • una mailing list;
  • un form di contatto e così via.

Una volta chiarito questo aspetto, passiamo al prossimo step, e cioè ai benefici reali che il tuo sito può avere da una campagna di content marketing fatta con criterio.

Benefici concreti del content marketing

Possiamo indicarti almeno 4benefici di un buon content marketing.

1. Aumento dei visitatori

Se il tuo obiettivo è aumentare il traffico del sito (o perché vendi qualcosa o perché guadagni con la pubblicità inserita nel sito) questo primo vantaggio sarà di certo apprezzato.

Come funziona? Semplice: costantemente i motori di ricerca (e Google non fa eccezione in questo) scansionano i siti come fossero dei libri e leggono (in pochi millisecondi) i contenuti. Quindi la presenza di contenuti di qualità aiuta i motori di ricerca ad indicizzare meglio il sito ed anche a mostralo tra i risultati.

2. Fidelizzazione al marchio

Un buon lavoro farà sì che il marchio venga riconosciuto a prescindere dal contenuto pubblicato. Dietro un’immagine ci sarà sempre la tua mission, che sarà riconoscibile anche nel tuo modo di rispondere ai commenti o negli articoli che pubblichi periodicamente. Così il visitatore riconoscerà sempre il tuo stile.

3. Call to action

Un buon contenuto invita il potenziale cliente a fare qualcosa. Il biglietto da visita in tal senso è il form in cui chiedi di lasciare al visitatore di lasciare i suoi contatti. Se il form è costruito bene, il visitatore sarà invogliato (perché magari offri un ebook gratuito in cambio).

4. Conversione delle visite

Che tu abbia un sito in cui offri prodotti o in cui offri servizi, il tuo scopo è convertire. Ciò significa che vuoi che chi visita il sito diventi un cliente. Questo beneficio lo raggiungi se i primi 3 passaggi sono stati strutturati in maniera corretta. La conversione si identifica principalmente con la lead, cioè con una lista di contatti a cui manderai newsletter o comunicazioni aziendali.

Regole base per un buon content marketing

Vediamo adesso come dovrebbe essere strutturata una buona campagna di content marketing per darti i risultati desiderati.

Puoi seguire questo semplice schema che se svolto con attenzione darà i suoi frutti.

1. Analizza il target

A chi mi sto rivolgendo? Questa è la prima imprescindibile domanda che devi sempre porti ogni volta che pubblichi qualcosa. Se gestisci un sito rivolto alle donne, dovrai adottare uno stile diverso da quello che useresti su un sto rivolto ad esempio agli anziani. Allo stesso modo se parli ai giovani non potrai non conoscere le mode del momento. L’analisi del target ti serve poi anche per strutturare le campagne di advertising, cioè di pubblicità.

2. Capisci cosa vuoi ottenere

Questa è la seconda domanda alla quale rispondere. Vuoi vendere? Vuoi informare? A seconda di ciò che vuoi ottenere, i tuoi contenuti si differenzieranno per stile, tono, invito all’azione.

3. Monitora costantemente

Infine, dovrai sempre usare dei report almeno settimanali per capire come stano andando determinati contenuti ed investire su quelli che danno il risultato migliore.

Come vedi sono questi i 3 semplici passi da seguire per mettere in pratica tutti i consigli teorici che ti abbiamo dato. No sottovalutarli, perché fanno la differenza.