Un confronto tra infissi di legno e di alluminio: qual è il migliore?
Casa e Arredamento

Un confronto tra infissi di legno e di alluminio: qual è il migliore?

GLI INFISSI DI LEGNO E DI ALLUMINIO: ECCO I FATTORI DA PRENDERE IN CONSIDERAZIONE PER UNA SCELTA CONSAPEVOLE

Modificare gli infissi della propria casa è un ottimo stratagemma per attuarne una riqualificazione energetica e ridurne le dispersioni di calore. Le imprese produttrici di infissi offrono soluzioni composte da svariati materiali, come PVC, legno o alluminio. Tuttavia, al giorno d’oggi sta nascendo un dibattito riguardante proprio il dualismo fra legno ed alluminio: qual è il migliore fra i due?

La risposta a questa domanda è tutt’altro che semplice, perché è strettamente dipendente da svariati fattori. Fra questi, meritano particolare considerazione:

  • il tipo di ambiente in cui è situata l’abitazione di cui si intendono cambiare gli infissi;
  • la somma di denaro che il cliente è disposto a spendere per riqualificare la propria casa dal punto di vista energetico;
  • le dimensioni degli infissi che si intendono installare, che comportano l’utilizzo di materiali ogni volta diversi;
  • la qualità degli infissi desiderata dal cliente, che ovviamente comporta ad investimenti nettamente più onerosi.

Ora che abbiamo spiegato quali sono i fattori che dobbiamo prendere in considerazione quando vogliamo scegliere i nostri nuovi infissi, la domanda che ci poniamo è la seguente: quali sono i vantaggi e gli svantaggi di utilizzare l’alluminio per le proprie finestre? E quali sono invece i pro ed i contro di usare il legno? Andiamo a scoprirli insieme nel prossimo paragrafo!

INFISSI IN LEGNO O IN ALLUMINIO? PRESENTIAMO I VANTAGGI E GLI SVANTAGGI DERIVANTI DALL’UTILIZZO DI QUESTI MATERIALI

Le aziende produttrici di infissi in alluminio a Milano consigliano questo materiale per svariati motivi, fra i quali meritano particolare considerazione:

  • l’ottima tenuta agli agenti atmosferici, derivante sia dalla leggerezza che da una grande resistenza;
  • la sua lavorabilità e la morbidezza, che lo rende ideale anche per la costruzione di infissi di grandi dimensioni e di forme particolari.

Tuttavia, nel caso in cui sia lavorato male o non venga sfruttato nel modo corretto, questo materiale può presentare molti svantaggi, come la permeabilità all’acqua causata dal fenomeno di condensa o lo scarso isolamento acustico e termico.

Cosa dire, invece, del legno? Esso è il materiale naturale per eccellenza, e costituisce la prima scelta di molti clienti desiderosi di avere infissi qualitativi e durevoli allo stesso tempo. Con le cure necessarie, infatti, questo materiale può durare una vita e si rivela un grande isolante acustico e termico. In molti considerano il legno proprio quel materiale che l’alluminio e il PVC hanno lo scopo di imitare, anche grazie alla sua resistenza.

Tuttavia, anche per il legno si possono evidenziare degli svantaggi: fra di essi è bene citare la necessità di effettuare una manutenzione costante per preservarne le qualità ed il costo mediamente alto per prodotti i più particolari e sofisticati.

Dal punto di vista economico, gli infissi in alluminio consentono un risparmio sui costi dell’energia maggiore nel medio-lungo periodo rispetto a quelli in legno, e questo è il motivo per cui vengono consigliati maggiormente a coloro che pur non disponendo di un grande budget desiderano effettuare una riqualificazione energetica della loro abitazione.