Perché è sbagliato chiedere una consulenza ad un avvocato gratis
Lavoro e Aziende

Perché è sbagliato chiedere una consulenza ad un avvocato gratis

Sarà per via del sempre crescente numero di avvocati, sarà perché internet sembra aver reso semplice la professione forense, sarà perché la recessione economica spinge a spendere sempre meno, ma oggi non ci si vergogna di far lavorare un avvocato gratis. Il medico o l’elettricista sono due professionisti, perché formati in maniera totalmente diversa, e nessuno penserebbe di non pagarne il lavoro. Chi va dal medico specialista per una consulenza sul proprio stato di salute sa pacificamente che dovrà riconoscergli una parcella. Ma per l’avvocato no, si pensa che una consulenza, se non legata all’effettiva partecipazione ad un processo, non vada retribuita. È un errore molto grave, perché così si va a sminuire e denigrare una categoria i cui appartenenti hanno investito anni di studio e di formazione per poter fornire una consulenza adeguata.



Internet e retaggi del passato: ecco come ha perso valore economico la consulenza legale

La rete è piena di forum legali in cui avvocati o presunti tali, o a volte anche persone che hanno nozioni vaghe di giurisprudenza, dispensano consigli e consulenze su domande poste da utenti disperati. Così perde valore la consulenza, che invece ha tutt’altro spessore se fornita da una professionista competente nella specifica materia.

Perché, allora, è così naturale per le persone non ritenere necessario retribuire la sola consulenza? Il primo motivo è il web, come abbiamo visto: è tutto così semplice, “l’avvocato ci mette un minuto a darmi una risposta,  perché dovrei pagarlo, a lui cosa costa?” Solo 5 anni di studio e due di pratica legale.

Ma internet non è il solo male, perché a ben riflettere, fino 10-15 anni fa, gli avvocati erano molti meno e tendevano di fatto a fornire consulenze gratis, forti del fatto che il cliente sarebbe rimasto fedele allo studio nel prosieguo della causa. Oggi invece si chiede al primo capitato una consulenza, per poi affidarsi al miglior offerente.

È la formula del risparmio a tutti i costi, che ormai ha investito tutti gli ambiti, senza eccezioni. Ma la giurisprudenza non è un ipermercato e la qualità è fondamentale.

Vuoi spendere meno? Inizia con la ricerca dell’avvocato gratis

Internet è croce e delizia, quindi se da una parte toglie, dall’altra dà. Ecco allora che chi cerca il risparmio, invece che sulla consulenza di un avvocato, può farlo sulla ricerca, completamente gratuita e mirata se effettuata attraverso portali online come Avvocato Facile.

Bastano pochi click e poche informazioni per inoltrare una richiesta ed essere ricontattati, in breve tempo, da un avvocato competente per il proprio caso e disposto a fornire un preventivo di massima per stabilire le basi di un rapporto lavorativo.

Il tutto comodamente da casa, con un notevole risparmio di tempo e soldi.